Controlli al mercato ucraino

Como 29 luglio 2014

Fonte: GdF

​Ogni sabato pomeriggio, presso la vasta area di parcheggio dell’ex Ospedale Psichiatrico di via Castelnuovo a Como, si poteva comprare di tutto: dai prodotti tipici locali ucraini fino al servizio di corrispondenza e recapito pacchi, ma anche generi di contrabbando quali gasolio, alcool, medicinali e prodotti chimici.

La Compagnia della Guardia di Finanza di Como e la Polizia Locale di Como, impiegando circa 30 unità, si sono coordinati nel rispetto delle specifiche competenze riuscendo ad interrompere un fenomeno che era andato ben oltre l’abusivismo commerciale.

Al termine del controllo durante il quale sono state identificate 45 persone, sono stati sequestrati oltre 3000 farmaci illegali, 125 litri di gasolio contenuto in taniche di plastica, oltre 120 kg di prodotti chimici, circa 100 litri di bevande alcooliche e superalcooliche, circa 3.000 pezzi di merce di vario genere e 4 automezzi.

Il controllo, eseguito con l’ausilio di unità cinofile del Gruppo di Ponte Chiasso e scanner portatili della Polizia Locale per la verifica dell’autenticità dei passaporti, rientra in un più ampio progetto di collaborazione coordinato tra le due Istituzioni che hanno come obiettivo comune la sicurezza, la legalità e il controllo economico/sociale del territorio.