Droga e merce contraffatta in stazione

Ravenna 19 luglio 2014

Fonte: GdF

​Erano in riviera per lavorare come animatori stagionali nei villaggi della costa. Lui, Napoletano animatore dei Lidi Ferraresi, lei, Torinese animatrice in un noto villaggio della riviera cervese: entrambi con piccoli precedenti penali.

I due stavano rientrando ai rispettivi campeggi dopo aver trascorso il loro giorno libero. Non avevano però pensato ad Amanda (pastore tedesco) e Bacol (labrador) due dei quattro cani antidroga in servizio al Gruppo della Guardia di Finanza di Ravenna.

Le unità cinofile durante il servizio tra i giardini Speyer e la Stazione FF.SS. di Ravenna hanno “segnalato” la coppia. Dopo un veloce controllo i finanzieri hanno capito il motivo dell’interesse dei cani: 95 grammi di marijuana.

La coppia è stata denunciata a piede libero alla Procura della Repubblica di Ravenna per detenzione - ai fini di spaccio - della droga. Per loro è così finita la stagione lavorativa in costa: i due animatori si sono immediatamente licenziati dalle rispettive strutture.

Con l’arrivo della bella stagione, la Guardia di Finanza di Ravenna ha intensificato notevolmente i controlli antidroga, con l’ausilio dei 4 cani antidroga della Squadra Cinofili, Amanda, Annie, Bac e Bacol, su tutta la riviera del ravennate e cervese.

Negli ultimi due mesi e mezzo sono stato effettuati oltre 100 interventi positivi, la maggior parte dei quali nei pressi dei luoghi di maggior aggregazione giovanile, oltre alla statale 16 e le stazioni ferroviarie della provincia. Nello stesso periodo sono stati sequestrati oltre 500 grammi di droghe di vario tipo e denunciati 100 responsabili (40 alla Procura della Repubblica mentre 60 soggetti sono stati segnalati al Prefetto; complessivamente in 11 casi si è trattato di minorenni).

Nella tarda serata di venerdì, sempre nei pressi della stazione di Ravenna, una pattuglia dei Baschi Verdi di Ravenna ha sorpreso un cittadino del Bangladesh in arrivo con l’ultimo treno da Roma con un borsone. Lo straniero alla vista dei finanzieri cercava di allontanarsi velocemente, con fare sospetto, in direzione dei Giardini Speyer.  I finanzieri lo fermavano per sottoporlo al controllo trovandolo in possesso di merce contraffatta per oltre 300 pezzi (20 profumi e 300 occhiali tra cui Ray Ban, Gucci, Hogan). 

Il soggetto, in possesso di regolare permesso di soggiorno è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ravenna per la violazione degli artt. 474 c.p. (Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi), 517 c.p. (Vendita di prodotti industriali con segni mendaci) e 648 c.p. (Ricettazione).