Maxi operazione all'"Hotel House"

Macerata 3 agosto 2018

Fonte: GdF

​Maxi blitz alle prime ore del mattino all’Hotel House. Una trentina di finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Macerata, della Compagnia di Civitanova Marche e della Tenenza di Porto Recanati, coadiuvati dalle unità cinofile, hanno dato esecuzione ad una serie di perquisizioni domiciliari nel noto complesso multietnico.

L’operazione, frutto di articolata attività di indagine tesa a colpire l’intera filiera del falso, ovvero anche i produttori ed i loro canali di approvvigionamento, si innesta nel piano straordinario “Spiagge sicure”, volto ad intensificare l’azione di contrasto all’economia illegale e allo spaccio di sostanze stupefacenti durante la stagione estiva e che vede coinvolto tutto il Comando Provinciale di Macerata.

All’interno di alcuni appartamenti perquisiti, oltre a merce contraffatta, sono stati rinvenuti anche attrezzature e l’occorrente per la contraffazione di capi.

Altra merce contraffatta è stata invece rinvenuta in altri appartamenti, confezionata all’interno di diversi borsoni, il che lascia presupporre che i locali fossero utilizzati anche come deposito da una pluralità di venditori abusivi.

Complessivamente i finanzieri hanno sequestrato circa 3.000 prodotti contraffatti, tra abbigliamento, calzature, etichette e accessori vari.

Controllate numerose persone, delle quali 23 stranieri. Dieci le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per i reati di contraffazione.

L’operazione di oggi conferma il ruolo della Guardia di Finanza a tutela degli operatori economici rispettosi delle regole e del corretto funzionamento dei mercati nonché per proteggere i consumatori, facilmente ingannabili per effetto delle insidiose condotte poste in essere dall’industria del falso.