Operazione Spiagge Sicure a Recanati

Macerata 20 agosto 2014

Fonte: GdF
​I finanzieri della Tenenza di Porto Recanati, nel periodo di ferragosto, hanno intensificato la propria attività a contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale presidiando le principali vie di accesso alla spiaggia di Porto Recanati nell’ambito di un più ampio dispositivo di controllo del territorio messo a punto dalla Prefettura di Macerata, al quale hanno collaborato anche gli uomini della Polizia Locale di Porto Recanati ed i militari dell’Arma dei Carabinieri.
Nei giorni precedenti e successivi al Ferragosto sono stati sorvegliati i principali punti di transito e di raccolta dei venditori abusivi con l’impiego di 8 pattuglie intercettandoli prima che giungessero in spiaggia.
Otto extracomunitari originari del Senegal e del Pakistan sono stati identificati e denunciati alla locale Autorità Giudiziaria per la detenzione e la vendita di prodotti contraffatti. Un soggetto di origine Pakistana è stato altresì denunciato per violazione delle norme che disciplinano l’immigrazione. Altri soggetti alla vista dei finanzieri hanno preferito abbandonare la merce per strada dileguandosi per non incorrere in guai con la giustizia.
L’attività di prevenzione e repressione ha permesso così di sequestrare circa 500 articoli, perlopiù abbigliamento e pelletteria, recanti marchi contraffatti; circa 5.000 gli articoli non conformi tra cui occhiali da sole e accessori per la telefonia.
Sono stati, inoltre, segnalati al Sindaco di Porto Recanati 6 soggetti per l’esercizio abusivo del commercio e l’irrogazione della prevista sanzione di 5.000 € a ciascuno di essi
Il valore della merce sequestrata è stato stimato in circa 35.000 €.
Un’ennesima operazione che conferma il ruolo della Guardia di Finanza nella tutela del corretto funzionamento dei mercati e nella tutela dei consumatori, i quali possono essere facilmente ingannati per effetto delle insidiose condotte poste in essere dall’industria del falso.