Sequestrata merce contraffatta

Catania 28 luglio 2015

Fonte: GdF

​I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, nell’ambito dei servizi volti alla repressione della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, ulteriormente rafforzati a seguito della recente direttiva del Ministro dell’Interno inerente alla prevenzione e contrasto di detti fenomeni nel periodo estivo, hanno sequestrato circa 5.000 articoli contraffatti o non sicuri destinati alla vendita nelle vie del passeggio o sulle spiagge della costa della provincia catanese.

I servizi di controllo su Catania si sono incentrati nelle zone della stazione ferroviaria e della stazione dei pullman di piazza Borsellino per rilevare l’arrivo dei venditori abusivi che si avviano verso la playa per smerciare i loro prodotti contraffatti.

Analoghi interventi sono stati condotti nella provincia etnea, nelle zone di Riposto di Caltagirone e di Paternò. Anche in tal caso sono stati intercettati ambulanti abusivi intenti nella vendita di merci “taroccate” sul litorale jonico e presso i mercati rionali.  

Tutti i soggetti sorpresi sono stati deferiti alle locali Autorità Giudiziarie. Parallelamente, è stata intensificata l’azione investigativa per individuare i canali di approvvigionamento di tali prodotti allo scopo di interrompere il circuito che aimenta sul territorio etneo le attività illecite della contraffazione e dell’abusivismo commerciale.

I servizi proseguiranno quindi nelle prossime settimane in corrispondenza del periodo di maggiore afflusso turistico sui litorali della provincia.