Sequestrati 1.500 prodotti scolastici e giocattoli pericolosi

Reggio Emilia 15 settembre 2017

Fonte: GdF
​Nell’ambito della vigilanza effettuata dalla Guardia di Finanza per la tutela della salute pubblica, il Gruppo di Reggio Emilia ha predisposto specifici controlli sia nel Comune capoluogo che in altri Comuni della provincia, finalizzati al contrasto della vendita di prodotti contraffatti o comunque non conformi agli standard di sicurezza stabiliti dall’Unione Europea e, quindi, potenzialmente pericolosi per la salute pubblica, vista la possibile tossicità dei componenti che potrebbero essere utilizzati nel procedimento di produzione di tali prodotti.
Nel corso delle operazioni è stato individuato un vero e proprio bazar, sito in Reggio Emilia, gestito da un imprenditore cinquantenne di origine cinese, al cui interno sono stati rinvenuti oltre 1.500 articoli di cancelleria e giocattoli destinati a bambini, privi della marcatura “CE” (garanzia dello standard di sicurezza prescritto), esposti per la vendita.
I prodotti sono stati sottoposti a sequestro e al responsabile è stata comminata una sanzione amministrativa da € 1.500 ad € 10.000 ai sensi del D.Lgs. 54/2011 (decreto attuativo della Direttiva 2009/48/CE inerente alla disciplina sulla sicurezza dei giocattoli). La ditta è stata segnalata alla locale Camera di Commercio e sono in corso accertamenti di natura fiscale finalizzati a verificare la posizione fiscale del soggetto.
L’operazione delle Fiamme Gialle reggiane a tutela della salute pubblica assume particolare rilievo, soprattutto in considerazione della concomitanza con l’apertura dell’anno scolastico.