Sequestrati attrezzi da palestra taroccati

Torino 18 gennaio 2019

Fonte: GdF
​Provenivano dalla Cina gli oltre 300 attrezzi da palestra, non a norma, sequestrati, nei giorni scorsi, dalla Guardia di Finanza di Torino in un centro commerciale di Pianezza, comune del torinese.
I Finanzieri della Compagnia di Susa, che hanno condotto l’intervento, hanno rinvenuto gli attrezzi, pesi e bilancieri, privi delle più basilari norme di sicurezza necessarie per la vendita sul territorio nazionale.
Nel corso dell'operazione, sono stati anche cautelati circa 10.000 prodotti, tra articoli di bigiotteria, dispositivi elettrici e giocattoli, tutti posti in vendita sprovvisti delle informazioni utili alla tutela del consumatore, quali la provenienza, le modalità di utilizzo, le indicazioni in lingua italiana del prodotto nonché l’eventuale presenza di materiali o sostanze pericolose.
Sono inoltre state riscontrate anomalie per quanto riguarda le posizioni lavorative di numerosi dipendenti dello store per le quali sono in corso gli accertamenti da parte dei Finanzieri L’imprenditrice titolare dell’emporio, una ventottenne di origini cinesi, è stata sanzionata per oltre 40.000 euro.
L’operazione rientra nell’ambito del controllo economico-finanziario del territorio, eseguito quotidianamente dalla Guardia di Finanza, per contrastare tutte quelle forme di commercio illegale in modo da tutelare non solo i consumatori, ma anche gli imprenditori onesti, eliminando pericolose distorsioni delle corrette regole dell’economia di mercato e della finanza spesso correlate a fenomeni di evasione fiscale.