Sequestrati occhiali e capi d'abbigliamento

Chieti 9 luglio 2015

Fonte: GdF

​Incisiva operazione nel settore della commercializzazione illecita di prodotti con marchio contraffatto è stata portata a termine, ieri mattina, dai finanzieri della Compagnia di Vasto.

Il blitz, posto in essere lungo il litorale, è stato deciso dopo una meticolosa attività d’intelligence che ha consentito di puntare la lente sull’abusivismo commerciale nell’arenile vastese, fenomeno in ascesa con l’arrivo della bella stagione e, quindi, dei turisti.

E’ così che durante la perlustrazione della spiaggia, nonché nel corso di un attento monitoraggio dei passeggeri nella tratta ferroviaria tra Torino di Sangro e Vasto-San Salvo di competenza territoriale, le Fiamme Gialle hanno notato ammassati alcuni borsoni da viaggio abilmente occultati, al cui interno sono stati rinvenuti diversi articoli recanti loghi di noti marchi abilmente contraffatti, tra i quali, soprattutto, occhiali e capi di abbigliamento.

La merce è stata sottoposta a sequestro mentre sono in corso indagini di più ampia portata al fine di risalire ai vertici della filiera illecita.

Il fenomeno della contraffazione è in allarmante ascesa e continua, purtroppo, a non essere percepito come realmente dannoso per l’economia, nonostante sia intimamente connesso ad altre forme di illegalità economico finanziaria che inquinano il mercato e sottraggono alla collettività importanti risorse, quali l’evasione fiscale e contributiva, lo sfruttamento del lavoro nero ed irregolare, il reimpiego di capitali illeciti.

Senza dimenticare i danni per la salute e la sicurezza dei consumatori, considerata la pericolosità e nocività della maggior parte dei prodotti con falsa o fallace indicazione di origine e provenienza, che vengono immessi sul mercato.
Dal 1^ gennaio del 2014 è stato reso operativo l’applicativo S.I.A.C. - Sistema Informativo Anti Contraffazione - una progettualità co-finanziata dalla Commissione Europea ed affidata dal Ministero dell’Interno alla Guardia di Finanza, a conferma del ruolo di centralità del Corpo nello specifico settore operativo.

In concreto, trattasi di un applicativo, raggiungibile da chiunque attraverso il sito internet https://siac.gdf.it, in grado di fornire un quadro aggiornato circa l’azione svolta dai vari Attori istituzionali che presidiano il “mercato del falso”, mettendo a disposizione dell’utenza anche indicazioni e consigli pratici per evitare di acquistare prodotti contraffatti o pericolosi.