Sequestro di prodotti non sicuri

Modena 23 luglio 2014

Fonte: GdF

​Nel contesto del rafforzamento delle attività di controllo finalizzate al contrasto della contraffazione e dell’illecita commercializzazione di prodotti non sicuri, a tutela del consumatore e della corretta concorrenza sul mercato, la Guardia di Finanza, nei giorni scorsi, ha sequestrato oltre 1300 articoli di bigiotteria, nell’ambito di interventi ispettivi eseguiti nel settore del commercio al dettaglio.

Nella rete dei controlli è finito un imprenditore di origine cinese, con attività commerciale a Novi di Modena, in cui sono stati rinvenuti e sequestrati 794 articoli di bigiotteria (piercing, orecchini, ciondoli e anelli) privi delle indicazioni previste dal Codice del Consumo.

Analogo intervento è stato effettuato a Sassuolo dove, in un negozio di abbigliamento gestito da soggetti italiani, sono stati rinvenuti 536 articoli di bigiotteria, anch’essi detenuti e posti in vendita senza ottemperare ai vincoli imposti dal suddetto Codice.

In entrambi i casi la merce rinvenuta è stata sequestrata amministrativamente, in quanto risultata priva delle informazioni e delle avvertenze previste dal Codice del Consumo, poste a tutela del consumatore, con riferimento all’origine della merce, alle avvertenze per il corretto uso, alle generalità del produttore ecc.

I negozianti in questione, a cui è stata contestata una sanzione amministrativa da 516 euro a 25.823 euro, sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Modena che provvederà successivamente all’esatta definizione dell’ammontare della sanzione in base ai prezzi di listino della merce sequestrata.