Operazione "Log Off"

Ancona 27 aprile 2016

Fonte: GdF

​Le Fiamme Gialle di Ancona hanno portato a termine un'importante azione di contrasto al fenomeno della duplicazione abusiva di opere tutelate dal diritto d'autore.

Sono oltre 1.000 i testi stampati ed in formato elettronico sequestrati presso una copisteria anconetana dal locale Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, oltre ad apparati informatici utilizzati per “ottimizzare” la capacità di riproduzione dei testi.

Si tratta tecnicamente di “reprografia illecita”, ovvero fotocopiatura abusiva di libri e testi didattici e non solo. Un giro di affari che lede gli autori dei libri: solo i testi sequestrati, per lo più volumi universitari, venivano venduti agli studenti in media al prezzo di 35 euro, pari a circa la metà rispetto a quello di copertina, permettendo al titolare della copisteria di conseguire introiti in maniera illecita.

La Legge 633/1941, nel tempo aggiornata e modificata, consente la riproduzione di opere dell'ingegno pubblicate per la stampa, esclusivamente "per uso personale" del cliente, previo pagamento di un compenso forfettario che ciascun punto di riproduzione deve corrispondere alla Siae.

In ogni caso non è possibile fotocopiare l'intero volume, ma solo una parte, con un limite fissato al 15 per cento. All'interno dell’impresa controllata i libri venivano invece fotocopiati per intero.

 

L’operazione di servizio, denominata “LOG OFF”, è stata svolta dal Nucleo Polizia Tributaria di Ancona a seguito di indagini delegate dalla locale Procura della Repubblica, cui era pervenuta una segnalazione da addetti del settore.
Il titolare della copisteria ubicata nel centro di Ancona, nei pressi della sede dell’Ateneo, è stato denunciato a piede libero.
Il sequestro operato dai militari della Guardia di Finanza di Ancona rientra in una più ampia attività tesa alla tutela dei marchi, dei brevetti e dei diritti d'autore.