Novi Ligure:sequestro di prodotti contraffatti.

Novi Ligure 10 giugno 2014

Fonte: Gdf
​Numerose segnalazioni pervenute direttamente dai cittadini nonché la costante attività di monitoraggio del contesto economico di competenza hanno permesso alla Compagnia della Guardia di Finanza di Novi Ligure di condurre a termine una importante operazione in materia di “sicurezza dei prodotti” e “tutela dei marchi”.
Nel corso dell’attività investigativa, i militari operanti hanno rinvenuto, complessivamente, oltre 8.000 pezzi recanti il logo contraffatto e circa 54.000 articoli vari (accessori per capelli, prodotti di make-up, bigiotteria, kit per manicure, orecchini e piercing) risultati non conformi alla normativa vigente in quanto privi sia delle indicazioni sui materiali impiegati per la loro fabbricazione sia delle informazioni destinate al consumatore finale, come il nome o ragione sociale del produttore/importatore ed il paese d’origine.
Tutta la merce, per un valore di circa 50.000 Euro, è stata sottoposta a sequestro ed un cittadino italiano, rappresentante legale della società produttrice dei prodotti con logo contraffatto, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Alessandria per il reato di cui all’art. 473 del C.P.
Un cittadino cinese, responsabile della ditta che ha posto in vendita i prodotti non conformi alla normativa nazionale e comunitaria, è stato invece segnalato alla Camera di Commercio, organo competente per l’irrogazione della sanzione amministrativa.
La specifica azione svolta dalla Guardia di Finanza ha una duplice finalità:
  • da un lato, garantire che i prodotti di qualsiasi specie immessi sul mercato, sia realizzati in Italia o nell'Unione Europea sia importati dalla Cina, rispondano ai requisiti di sicurezza per i consumatori previsti dalle direttive comunitarie e dal Codice del Consumo;
  • dall'altro, tutelare la libera concorrenza tra tutti gli operatori di mercato, evitando che l'economia legale venga danneggiata dall'immissione nei circuiti commerciali di prodotti realizzati a costi di produzione bassissimi, dovuti all'impiego di manodopera anche minorile, nonché all'utilizzo di coloranti, collanti, filati, tessuti, plastiche, resine altamente tossiche, cancerogene o che causano forti allergie.