Sequestrati prodotti contraffatti e insicuri.

Rieti 1 febbraio 2019

Fonte: GdF
​Prosegue in questi giorni l’attività di monitoraggio da parte dei militari del Gruppo Guardia di Finanza di Rieti in settori particolarmente sensibili per la sicurezza economica e finanziaria della popolazione e per la tutela personale del cittadino.
Da ultimo, infatti, i servizi dedicati al controllo del territorio della provincia reatina hanno fatto registrare importanti risultati nel contrasto alla contraffazione marchi e nell’ambito della sicurezza prodotti, oltreché nella tutela della circolazione stradale.
In particolare, le attività indirizzate al controllo del territorio, eseguite anche su specifiche attivazioni della locale Prefettura, hanno permesso di sottoporre a controllo circa cinquecento autovetture e mezzi per il trasporto di merci, verificando la liceità dei trasporti di beni e riscontrando irregolarità al Codice della Strada tali da far eseguire il ritiro di otto patenti di guida, la sospensione dalla circolazione di n. 18 veicoli pericolosi poiché privi di revisione ed il sequestro amministrativo di n. 05 autovetture sprovviste della copertura assicurativa.
Sotto il profilo del contrasto alla contraffazione e della tutela sicurezza prodotti, invece, le Fiamme Gialle del Gruppo hanno condotto controlli tesi alla garanzia di salute del cittadino, spesso messa in pericolo dai prodotti insicuri o contraffatti, venduti a basso costo negli esercizi commerciali di ogni grado o nelle fiere e nei mercati.
Gli accertamenti, in particolare, hanno fatto emergere la presenza di numerosi oggetti, tra cui giocattoli, posti in vendita contraffatti, ovvero privi delle della prescritta etichettatura o non conformi a quanto stabilito per il commercio all’interno della Comunità Europea.
Sono state, infatti, sottoposte a sequestro oltre 100 bambole di marca completamente falsificate, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di due responsabili per i reati previsti dal Codice Penale, mentre circa 55.000 prodotti, tra articoli tessili, di bigiotteria e per la cura della persona, sono stati sequestrati perché rischiosi per l’utilizzo umano, con la segnalazione di due soggetti alla competente Camera di Commercio per le violazioni al Codice del Consumo ed alla normativa europea.
I sequestri e le denunce, eseguite al fine di impedire che articoli pericolosi come quelli individuati vengano immessi sul mercato in spregio delle normative previste ed in danno del consumatore, rappresentano allo stesso tempo anche una tutela per quelle realtà economiche che operano nella legalità e vedono quotidianamente diminuire il proprio mercato a causa della concorrenza sleale operata grazie alla commercializzazione a basso costo di prodotti di scarsa qualità, spesso a discapito degli ignari acquirenti, convinti di pagare merce di valore ad un prezzo vantaggioso.
La costante attenzione della Guardia di Finanza alla tutela del cittadino, presente sotto molteplici aspetti, continua, quindi, ad opera dei Finanzieri del Comando Provinciale di Rieti, impegnati quotidianamente non solo nel perseguimento degli obiettivi Istituzionali di contrasto all’evasione fiscale ed all’economia sommersa, ma anche quale Polizia Economica-Finanziaria attenta ai riflessi sociali di ogni attività illecita perpetrata a danno della popolazione e delle positive realtà economiche che operano nella legalità.