Sequestrati a Sondrio oltre 18.000 prodotti non sicuri

Sondrio 14 aprile 2016

Fonte: GdF
​La contraffazione e il commercio di prodotti non genuini ed insicuri danneggiano il mercato, sottraggono opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, mettono in pericolo la salute dei consumatori.
E' per questo che la Guardia di Finanza, impegnata nella lotta ai fenomeni illeciti secondo un approccio trasversale, ha effettuato, nella trascorsa settimana, oltre all’ordinaria attività di servizio, Una serie di controlli "a massa" volti al contrasto di fenomeni quali le violazioni agli obblighi strumentali in materia di rilascio degli scontrini e delle ricevute fiscali, l’abusivismo commerciale, il lavoro nero ed irregolare, la commercializzazione di prodotti contraffatti e/o non sicuri.
Nello specifico tali servizi, che hanno visto coinvolti i militari dei Reparti territoriali di tutta la Provincia, hanno portato all’effettuazione di 48 controlli in materia di scontrini e ricevute fiscali, 8 interventi volti alla repressione della contraffazione ed alla tutela del made in Italy, 5 controlli per il contrasto del lavoro nero ed irregolare ed altri 4 interventi per il contrasto all’abusivismo commerciale.
Sono stati così scoperti 3 lavoratori irregolari (nel settore della ristorazione, del trasporto merci e dell'abbigliamento), denunciata 1 persona all’A.G. per ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi, e sequestrati 3653 prodotti contraffatti e/o non sicuri in due negozi di Sondrio e della bassa Valle.
Da evidenziare infine il maxi sequestro effettuato dalla Compagnia di Sondrio di oltre 15.000 articoli  di  bigiotteria, ad un esercizio commerciale della bassa Valtellina, immessi in commercio in violazione delle prescrizioni previste dal Codice del Consumo, e gli oltre 300 capi di abbigliamento ed accessori non conformi ai requisiti imposti dall’Unione  Europea sequestrati dalle Fiamme  Gialle di Tirano  ad  un  soggetto esercente l’attività  di  commercio ambulante.