Sequestrati oltre 3 milioni di prodotti contraffatti

Milano 25 giugno 2014

Fonte: GdF

​I militari del comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano, nell’ambito degli interventi in tema di sicurezza prodotti su tutto il territorio del capoluogo meneghino, hanno effettuato una serie di interventi presso attività di distribuzione all’ingrosso di prodotti di vario genere.

Giocattoli, casalinghi, articoli di cancelleria e soprattutto lampade rigorosamente made in China. La Guardia di Finanza di Corsico ne ha sequestrati un quantitativo di oltre 3 milione di pezzi in una serie di depositi siti nell’hinterland di Milano e segnalato i responsabili all’autorità competente.

Il servizio è scaturito a seguito di complesse ed articolate indagini condotte dagli uomini della Guardia di Finanza, fatte di pedinamenti e ricostruzione degli spostamenti, che hanno portato all’individuazione di alcuni capannoni situati per lo più, in aree industriali semi-abbandonate.

Sin dalle prime fasi del servizio la situazione riscontrata dai militari appariva alquanto anomala, viste le condizioni di insicurezza, inaffidabilità e scarsa cura, in cui i prodotti erano conservati. Nello specifico venivano rinvenute diverse tipologie di merci, quali giocattoli, utensili da cucina, articoli di cancelleria nonché un enorme numero di lampade, pericolose per l’ignaro consumatore finale.  

I capannoni costituivano il luogo di stoccaggio della merce, la quale attraverso piccoli mezzi di trasporto veniva distribuita. Tale tecnica è detta, in termini investigativi, “smurfing” ossia frazionare un grossa mole di merce in piccoli quantitativi, più difficili da individuare e la cui singola perdita mantiene inalterata la potenza economica di tali traffici illeciti.
I soggetti sono stati identificati e segnalati alla Camera di Commercio per le violazioni amministrative previste dall’art. 13 della L. 689/81 e dal DL 206/05 del Codice del Consumo.