Sequestrati generi alimentari per violazioni sanitarie

Cuneo 1 aprile 2016

Fonte: GdF
​La Guardia di Finanza di Saluzzo, nel corso dei controlli periodici del territorio, ha individuato un’attività commerciale, gestita da un imprenditore di etnia cinese, che vendeva prodotti alimentari potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori.
L’intervento, eseguito dai Finanzieri appartenenti al Nucleo Mobile in collaborazione con dei funzionari dell’ASL CN1 - Dipartimento di Prevenzione -, ha consentito di sequestrare oltre 55 chilogrammi di generi alimentari non conformi alla normativa vigente ed esposti al pubblico per la vendita.
Tutti i prodotti sono risultati sprovvisti delle informazioni fondamentali per la tutela del consumatore in quanto privi totalmente di etichettatura, o presente solo in lingua cinese, in violazione agli obblighi sanciti dall’art. 3 del D. Lgs. Nr. 109/1992 (e successive modifiche ed integrazioni).
Gli alimenti sottoposti a sequestro amministrativo, con vincolo sanitario, potranno tornare alla vendita una volta che il titolare della ditta individuale provvederà a sanare l'irregolarità riscontrata.
Gli interventi nel comparto sono sempre all’attenzione della Guardia di Finanza in considerazione dei molteplici effetti negativi che tali fenomeni producono danneggiando il mercato, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole e, in qualche caso, mettendo addirittura in pericolo la salute dei consumatori.