Sequestro di merce non sicura

Brescia 14 agosto 2016

Fonte: GdF
​Giovedì, i finanzieri del Gruppo di Brescia, grazie ad una pregressa attività info-investigativa, hanno proceduto ad effettuare un intervento presso un esercizio commerciale Cinese operante nella vendita di abbigliamento ed accessori, sito in Mazzano (BS), finalizzato a verificare il rispetto della normativa attinente alla sicurezza dei prodotti e al Codice del Consumo. In particolare, le fiamme gialle hanno proceduto al controllo dei prodotti posti in vendita in relazione alle indicazioni necessarie e obbligatorie in lingua italiana (provenienza, tipologia di prodotto, materiali impiegati, istruzioni, precauzioni e destinazioni d’uso) dirette a garantire la corretta e completa informazione al consumatore che ne permetta l’indirizzo in modo chiaro e consapevole verso prodotti sicuri. Il servizio si è concluso con il rinvenimento di 146.234 oggetti pronti per la vendita composti da articoli di bigiotteria (orecchini, anelli, collane, bracciali, piercing, etc.), per la cura della persona (spazzole, set per manicure, lime, rasoi) nonché giocattoli, che sono stati sottoposti a sequestro poiché privi delle indicazioni sopra indicate.
Le irregolarità riscontrate, sanzionate in via amministrativa, comportano una pecuniaria che va da un minimo di € 516,00 fino a un massimo di € 25.823,00.
Il servizio si inserisce nel più vasto contesto operativo riguardante la lotta alla contraffazione ed alla circolazione di prodotti insicuri e/o pericolosi a tutela della leale concorrenza di mercato e della salute dei consumatori.