Sequestro di prodotti cosmetici contraffatti

Vicenza 12 febbraio 2016

Fonte: GdF
​Nell’ambito di un piano coordinato dal Comando Provinciale di Vicenza per contrastare l’illecita commercializzazione di prodotti non sicuri o contraffatti, presso il mercato settimanale di Piazza dei Signori di giovedì scorso, sono stati sequestrati 555 prodotti cosmetici recanti note griffes illecitamente riprodotte.
In particolare, i finanzieri del Nucleo Mobile del Gruppo di Vicenza hanno sequestrato profumi, smalti, rossetti, matite per occhi e eyeliner contraffatti, denunciando all'Autorità Giudiziaria un soggetto extracomunitario, di origine indiana.
I militari hanno notato che il venditore ambulante, ignaro della presenza dei finanzieri in abiti borghesi, aveva allestito il suo banco vendita con i prodotti falsi, tutti esposti in bella vista per richiamare l’attenzione degli avventori.
Come detto, le citate attività si inseriscono nel più ampio contesto dei servizi coordinati dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza a tutela dei consumatori, intensificati ulteriormente per l’avvicinarsi di San Valentino, giorno in cui un ignaro acquirente avrebbe potuto acquistare, per offrirlo in una confezione regalo, un prodotto imitato e, potenzialmente, non sicuro.
La commercializzazione di beni “insicuri” oppure “contraffatti” (a prezzi evidentemente “competitivi”) – oltre a determinare una concorrenza sleale (quindi, un danno economico grave per le imprese oneste che pongono in vendita beni rispettando le vigenti normative) e un danno sociale (visto che questo tipo di merce generalmente viene prodotta sfruttando soggetti deboli, disoccupati o extracomunitari, spesso con evasioni fiscali/contributive e senza coperture assicurative) – comporta anche un alto rischio per la salute dei consumatori, a causa del mancato rispetto delle norme di sicurezza, di certificazione ed etichettatura dei componenti usati per la relativa produzione.